Frutta: quali sono i momenti migliori per mangiarla – Orteat

Frutta: quali sono i momenti migliori per mangiarla

Mangiare la frutta: i momenti migliori

I Momenti Migliori per Mangiare la Frutta: cosa sapere

Vi consigliamo spesso di mangiare tanta frutta ma non vi abbiamo mai detto quali siano i momenti migliori per farlo; vi abbiamo parlato in lungo e in largo di tante tipologie di frutta, dei loro benefici e delle loro caratteristiche. Oggi, quindi, parliamo di tempo e di momenti, quelli ideali per mangiare la frutta. Noi, come sempre, vi ricordiamo che vi aspettiamo sulla nostra piattaforma dove trattiamo solo la migliore frutta biologica; scegliamo biologico perché siamo consapevoli che prediligere prodotti biologici, coltivati senza l’uso di pesticidi, è un modo per rispondere all’SOS lanciato dal pianeta. In questo campo la consapevolezza degli italiani cresce a vista d’occhio: la spesa per prodotti biologici è aumentata addirittura del 50% su base annua http://agricolturamoderna.it/carrello-degli-italiani-sempre-piu-bio-ma-il-prezzo-ostacola/.

Momenti migliori per Mangiare la Frutta: quali sono

Siamo tutti d'accordo sull'importanza di inserire la frutta nella nostra dieta alimentare, per essere più precisi tre porzioni al giorno di frutta di stagione, ben matura e ben lavata, sono una fonte indispensabile di sali minerali, vitamine e fibre. E per quanto riguarda il momento migliore per mangiarla? Vi sono teorie discordanti tra loro, c'è chi consiglia di mangiarne lontano dai pasti principali e chi, invece, consiglia di mangiarne a fine pasto. E noi, come facciamo a decidere? Andiamo ad approfondire il discorso.

Prima di andare avanti, venite a scoprire qual è la differenza tra frutta biologica e frutta naturale.

Mangiare la Frutta Lontano dai Pasti Principali: a chi è consigliato 

Chi sostiene questa teoria lo fa tenendo conto che il tempo di digestione della frutta è di circa 30 minuti: se viene consumata a stomaco vuoto, non incontra ostacoli nel suo cammino digestivo e può liberare tutte le sue proprietà. Se invece incontra altri alimenti, come pasta o proteine, può dar luogo a fenomeni di fermentazione, allungare i tempi digestivi e causare crampi e gonfiore addominale.

Mangiare Frutta a Fine Pasto: chi lo sostiene

I sostenitori del mangiare frutta a fine pasto hanno le idee chiare, ritengono che la frutta a fine pasto sia indicata per il suo potere saziante e per il suo sapore dolce che soddisfa e conclude bene il pasto, aiutando anche a mangiare un po’ meno e quindi ad assumere meno calorie. In più, la frutta contiene fibre che limitano l’assimilazione dei grassi.

A questo punto sarete voi stessi, conoscendo come reagisce il vostro organismo, a stabilire se mangiare la frutta lontano dai pasti o a fine pasto. Noi, nel frattempo, vi vogliamo ricordare quali sono i benefici della frutta in estate  e i colori della frutta